mario-nappi-trio

“Mario Nappi e il suo trio ci invitano a entrare con note e sguardi maliziosi, prima stravolgono l’armonia precaria della vita quotidiana, poi ricostruiscono per noi un mondo impalpabile, sognante e fantastico dove ciascuno resta sospeso, ma sorpreso, ispirato e infine rapito da un canto atavico e travolgente fino all’ultima nota…come un’emozione…è solo un lungo silenzio a ricordarci che il disco è finito.

STEFANO MASTRUZZI

” Essenzialità, sottrazione, rispetto delle pause, riflessione tra le frasi, spazialità tra i momenti del dire e del pensare. Sono questi gli aspetti, spesso ignorati in questo momento storico, che caratterizzano l’ultima fatica musicale di Mario Nappi.

ANTONIO SOLIMENE

MARIO NAPPI TRIO

Il Mario Nappi trio è composto oltre che da Mario Nappi al pianoforte da altri due giovani musicisti, Corrado Cirillo al contrabbasso e Luca Mignano alla batteria, un trio giovane, di fresca percezione, dalle geometrie improvvisative che attingono al linguaggio del Jazz afroamericano riportandolo ai giorni nostri con una certa naturalezza e maturità; il risultato finale è un continuo sincretismo tra tradizione afroamericana, partenopea, e modernità, tra interplay e respiro del trio nella sua totalità come un unico essere vivente, vige una vena compositiva tardoromantica a testimoniare la matrice eurocolta che accomuna i tre giovani del panorama del jazz nazionale. Una ventata di freschezza e di nuove sonorità.
Vincitori del Premio Chicco Bettinardi di Piacenza Jazz Festival 2013 nuovi talenti del jazz italiano e premio del pubblico,
vincitori dell’European Jazz Contest 2013 tenutosi a Maastricht (Olanda).
Mario Nappi è anche vincitore del premio Miglior Solista al festival di Fara 2013; Bergamo Jazz 2014 e miglior arrangiamento su tema dato.