Lorenzo Colombini: pianoforte
Marco Bonini: chitarra
Riccardo Gola: contrabbasso
Emiliano Caroselli: batteria

Il  Quartetto “JuJu” nasce nella primavera 2003 dall’incontro di quattro

musicisti che, oltre alle individuali esperienze formative, hanno frequentato il Saint Louis College of Music di Roma dove nasce la loro collaborazione. Il nome del gruppo si ispira ad un noto brano del celebre sassofonista Wayne Shorter, contenuto nell’omonimo album del 1964.

In questo modo il quartetto paga il suo tributo alla tradizione hardbop anche se esso è un punto di partenza per un’incessante ricerca di equilibrio tra originalità e tradizione all’interno del linguaggio jazzistico. Per questo il quartetto propone dal vivo un repertorio quasi esclusivamente originale, hardbop nella forma ma assolutamente contemporaneo nei contenuti, con una particolare attenzione alla linea “compositiva”.

Dopo un intensa attività invernale nei club della capitale il gruppo è nel 2004 vincitore del concorso “Premio Palazzo Valentini” nell’ambito del festival jazz presso Villa Celimontana – Jazz& Image.

Nella stagione successiva suonano abitualmente nei locali romani come il Classico Village, Alexander Platz, Bebop e Felt (solo per citarne alcuni), talvolta avvalendosi della preziosa collaborazione della cantante Marta Capponi con la quale hanno un repertorio e un progetto in comune. Vincitori inoltre di Baronissi Jazz 2005 e Martina Franca 2005.